Che io abbia usato la parola “Browser” con la prima lettera maiuscola non è un caso; Infatti con l’ingresso del tag <canvas> inserito dalle specifiche HTML 5, Gecko e Webkit si apprestano a supportare le funzionalità 3D introdotte da WebGL.

WebGL è uno standard che consiste in librerie con le quali è possibile accedere all’intero set di istruzioni OpenGL 2.0 or OpenGL ES 2.0; librerie ultimamente utilizzatissime grazie all’esplosione di giochi per iPhone OS (iPod Touch, iPhone e ovviamente anche l’ultimo nato iPad).

Per poter provare le prime demo realizzate con WebGL (in sostanza HTML 5 + Javascript) è necessario munirsi di un browser compatibile e aprire le pagine html contenenti le demo ufficiali.

Per iniziare c’è Learning WebGL (lezioni ispirate da quelle del grande NeHe) oppure uno dei tanti framework già disponibili, ad esempio SceneJS.

Neanche a dirsi Internet Explorer, browser con la b minuscola, non li supporta (magari dopo aver completato le specifiche css2?).

Sito ufficiale per WebGL: Khronos Group.