Greenkey e Psicomante hanno scritto questo post in modalità cross-blog. Questo significa che può essere trovato in forma identica in su Loman.it e su Psicomante Blog; il vantaggio è che l'articolo, oltre ad essere più completo, è a disposizione per un pubblico più vasto.
Nel caso vogliate citare l'articolo, vanno segnalati entrambi gli autori con i rispettivi link ai blog.



Ormai Drupal è diventato un CMS conosciuto, uscendo dalla nicchia dei progetti opensource e diffondendosi rapidamente in molti progetti in giro per la rete. Drupal è infatti stato per molti progetti italiani e internazionali tra cui Yahoo, IBM, Mtv Uk e ZioBudda; tutti i progetti sono molto ambiziosi e dimostrano che Drupal ha ottime potenzialità.


In questo articolo analizzaremo i pregi e i difetti del nostro CMS più amato, nell’ultima versione stabile, la 4.7.3.

Ogni paragrafo ha al suo fianco una o più icone che aiutano a capire se l'argomento può interessare o meno a seconda del lettore:

  • sviluppatore, chi è quindi interessato alla programmazione (PHP, MySql);
  • webmaster, interessato alle possibilità che può avere Drupal e alla facilità di configurazione;
  • designer, quello che vuole metterci del suo, lavori di grafica e abbellimento sono i suoi interessi;
  • utente, l'utente finale che può apprezzare il bell'aspetto di un sito o le funzionalità presenti.


Orientato agli oggetti sviluppatore

pro Una delle innovazioni che questo CMS belga ha introdotto è stata la concezione del nodo come oggetto. Tutto il sistema è infatti sviluppato in PHP object oriented, ogni pagina è costruita attorno ad un oggetto PHP denominato “nodo”, questo rende molto più semplice la gestione e lo sviluppo in vari punti del codice.


Drupal API sviluppatore

pro Drupal ha una API interna che permette di svolgere dai compiti più semplici (ad esempio creare un link con i vari tag) a quelli più complessi (creare tabelle ordinabili secondo criteri diversi). Anche questo contribuisce a facilitare il compito degli sviluppatori che intendano espandere le funzionalità di Drupal.


Modulare webmaster

pro Proprio l’installazione dei moduli è probabilmente il maggior punto a favore di Drupal. È sufficiente scaricare il pacchetto contenente il modulo che si vuole installare, scompattarlo nella directory modules/nome_modulo/ e abilitarlo dalla pagina di amministrazione. Il sistema provvederà inoltre a creare le tabelle necessarie al funzionamento del modulo.

contro La modalità di installazione è ancora affidata alla copia di cartelle all’interno del filesystem dove risiede l’installazione di Drupal, sarebbe utile avere una pagina amministrativa dalla quale installare i nuovi moduli. Con WordPress, ad esempio, c’è un plugin che genera una pagina in cui vengono mostrati tutti i plug-in installati e installabili, a quel punto è sufficiente selezionarli e installarli (WordPress si occupa del download e dell’estrazione dell’archivio nella cartella predisposta).


Templates e facilità di creazione designer

pro La facilità di creazione di un template è data dalla grande potenze del theme engine PHPTemplate, con cui si può fare veramente di tutto. Flessibile, piuttosto veloce e personalizzabile, PHPTemplate è a nostro parere il miglior engine per Drupal. Inoltre, poichè i theme engine sono anche essi moduli Drupal, è possibile installare altri motori di template disponibili sul sito Drupal.org.

contro Ci sono ancora pochi temi disponibili rispetto a Wordpress, ma questo è problema legato alla giovinezza del progetto, che è passato ad una fase matura piuttosto recentemente. Da segnalare comunque la possibilità di usare temi Wordpress in Drupal e l’esistenza di blog dedicati ai temi Drupal (vedi un post di oRi0n a proposito).


Adattabilità del CMS webmaster

pro A differenza di Wordpress (che è pensato per creare i blog), Drupal è un CMS completo, può essere utilizzato per qualsiasi scopo. Si può creare un blog, un forum, una piattaforma di sviluppo, un clone di digg, un sito e-commerce, un sito multimediale, una galleria di immagini e perfino un wiki. Per queste notevoli qualità molti hanno deciso di sviluppare una piattaforma a partire dal codice di Drupal e Splinder è uno di questi casi.

contro Purtroppo essendo Drupal un tuttofare non è specializzato in molti di questi settori. Per i blog c’è WordPress che fa da padrone, per i forum vBulletin o PHPbb e per l’e-commerce OSCommerce. Drupal eccelle forse solo per il modulo video, che non ha concorrenti in altri CMS.


Interfaccia amministrativa webmaster

pro Per molti moduli è necessaria una configurazione dopo averli installati. Drupal, attraverso le sue API, permette a chi sviluppa moduli di creare delle pagine di amministrazione che verranno poi raccolte sotto la stessa sezione del menu amministrativo.

contro Il problema è che non esiste una categorizzazione dei moduli, ci si trova quindi ogni volta a “cercare” la pagina amministrativa adeguata nel menù che in configurazioni complesse può diventare anche molto lungo. [la nuova versione lo corregge]


Localizzazione webmaster utente

pro Un’altro degli indubbi vantaggi di Drupal è la possibilità integrata di cambiare la lingua del sito. È possibile infatti configurare le frasi in tutte le lingue, quindi fare scegliere anche all’utente la lingua che preferisce. Oltre alle stringhe è possibile anche scrivere pagine e articoli in più lingue e fare scegliere a Drupal (a seconda delle impostazioni) quale lingua mostrare (ancora in lavorazione).


Gallerie di Immagini utente

pro Sebbene il modulo image abbia un plugin per la realizzazione di una galleria, il risultato è piuttosto scarno e featureless. L’intento di image era proprio di essere un modulo scarno e compatto, senza fronzoli. Per colmare questa mancanza era nato ShazamGallery, ma sono mesi che è bloccato nella CVS. Da citare anche alcuni progetti molto interessanti come Flash Gallery, l’integrazione con Gallery2, il supporto alle API per gallerie remote.

contro Esistono decine di moduli che permettono l’inserimento delle immagini nei post, la creazione di gallerie di immagini, ma il tutto è un pò frammentario. Può succedere quindi di avere incompatibilità tra moduli o peggio, non riuscire a trovare un modulo che implementa le caratteristiche che vogliamo.


Editor WYSIWYG webmaster utente

pro In Drupal è possibile integrare tre editor WISIWYG: FCKeditor, HTMLArea e TinyMCE. Tutti questi editori consentono di inserire in drupal contenuti formattati molto facilmente e senza editare il codice a mano.

contro L’integrazione con le funzioni di Drupal non è perfetta anche se ormai abbastanza avanzata. TinyMCE per Drupal è l’unico che consente di mostrare differenti interfacce a gruppi di utenti diversi (questo per permettere l’utilizzo di funzioni dedicate). Purtroppo il grande problema sta quando si vuole inserire del codice PHP o Javascript (o qualsiasi altro che non sia HTML) in una pagina redatta usando un wysiwyg: è impossibile se non disabilitando l’editor; ma questo più che altro è un problema instrinseco degli editor che non dei moduli per Drupal.


Multimedia webmaster utente

pro In Drupal è facile inserire contenuti multimediali di qualsiasi tipo e molti sono i moduli che consento la loro gestione. I moduli che gestiscono la parte mudimediale sono Video (in cui collabora Psicomante), WebMedia e AcidFree (un sistema per la gestione di file multimediali, audio, video e immagini). Dedicati alla parte audio sono invece gli ottimi audio e Node Audio Gallery.

contro Il lavoro da fare per questi moduli è ancora molto, mancano alcune caratteristiche importanti e integrazioni.


AJAX e Javascript sviluppatore utente

pro Con l’ultima versione ufficiale, la 4.7, in Drupal è stato inserito il supporto ad Ajax. Infatti per chi non se ne fosse accorto, è presente un nuovo file, drupal.js.

Ancora poche le implementazioni Ajax in Drupal, che includono per ora solo l’uploading di files, textarea ridimensionabili, progressbar (utilizzata nell’update), freetagging. L’inline editing era stato scartato perchè creava problemi di compatibilità con molte configurazioni.

Il futuro di Drupal in salsa AJAX sembra roseo perchè sono tantissimi i moduli in sviluppo che andranno ad ampliare l’usabilità di questo CMS: L’editor collaborativo (per avere una sorta di Writely con Drupal), menù in AJAX, integrazione con Scriptacolous, editing al volo di categorie (ora fermo nello sviluppo).

contro L’integrazione dei nuovi moduli è ancora scarsa e lo sviluppo è ad uno stadio iniziale.


Conclusioni

A nostro parere Drupal è il CMS con più potenzialità nel mercato OpenSource. Ha ancora molti difetti, ma come avete letto ha molti punti a suo favore. Se ancora non siete convinti potete provare con mano, non solo Drupal ma anche tutti gli altri CMS liberi, potete farlo sul sito Open Source CMS.




Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.